DOMANDE FREQUENTI

Cosa può fare esattamente l'ABS?

Quando vieni travolto da una valanga radente, l'ABS può mantenere il tuo corpo in superficie, cioè ridurre la profondità di seppellimento. Esso evita efficacemente che tu possa sprofondare nelle masse di neve. Quasi tutte le valanghe causate da scialpinisti sono valanghe cosiddette radenti che, nella maggior parte dei casi, vengono provocate dallo sciatore stesso. Anche se una buona percentuale di vittime da valanga sopravvive alla caduta con le masse di neve, circa la metà di esse rimane completamente sepolta. Su quattro persone totalmente sepolte, tre (circa il 75%) hanno le vie respiratorie ostruite oppure sono in grado di respirare solo debolmente a causa dell'enorme pressione esercitata sulla gabbia toracica. In una simile situazione, il sepolto può sopravvivere solo pochi minuti. Dopo soli 15 minuti, le probabilità di sopravvivenza diminuiscono drasticamente. L'airbag da valanga ABS evita invece il tuo seppellimento o per lo meno ne riduce la profondità. Anche se vieni comunque travolto dalla valanga, rimani a galla sulla superficie e le tue probabilità di sopravvivenza aumentano considerevolmente.

Come funzione l'ABS?

Immagina la valanga come una massa in movimento formata da migliaia di piccoli cristalli di neve che, dopo il distacco, iniziano a ruotare vorticosamente. In questa rotazione, tutti i corpi con un volume più grande del singolo cristallo di neve vengono spinti automaticamente verso l'alto per un fenomeno chiamato "segregazione inversa". Nella zona superficiale, tuttavia, la forza di rotazione e quindi la spinta verso l'alto diminuiscono. A questo punto, per evitare di sprofondare nuovamente, il volume dello sciatore travolto deve essere, a parità di massa o peso, uguale o superiore a quello della neve. In pieno inverno, in una valanga a debole coesione la neve ha un volume per kg di peso circa 2,5 volte maggiore rispetto al volume del corpo umano. In cifre: un chilogrammo di neve a debole coesione ha un volume di circa 2,5 litri. Un chilogrammo del corpo umano ha un volume di soli 1,03 litri, cioè poco più di 1 litro. Se una persona pesa complessivamente 100 chilogrammi, il suo volume è di 103 litri. Per contro, 100 chilogrammi di neve in pieno inverno hanno un volume di 250 litri. Se si vuole galleggiare su questa neve, è necessario un volume supplementare di almeno 150 litri. L'airbag da valanga ABS è stato costruito proprio in considerazione di queste condizioni estreme. Grazie ai due palloni d'aria da circa 170 litri, è in grado di fornire il volume mancante a uno sciatore che pesa 100 chilogrammi. In questo modo si evita del tutto il seppellimento o per lo meno se ne riduce la profondità, e le probabilità di sopravvivenza aumentano considerevolmente. In parole semplici: la dinamica generata dalla rotazione dei cristalli di neve spinge il tuo corpo verso la superficie. L'airbag compensa il volume mancante e ti impedisce così di sprofondare nuovamente nelle masse di neve. (Per tua informazione personale: questo fenomeno di spinta causato dalla rotazione dei grumi di neve è anche il motivo per cui solo la metà circa di tutte le vittime da valanga viene sepolta. Nel momento in cui viene spinto verso la superficie, il 50% di queste vittime ha infatti la fortuna di emergere dal flusso della valanga grazie alla morfologia del terreno o ad altri ostacoli, riuscendo così a evitare il seppellimento.)

Qual è la particolarità del sistema TwinBag ABS?

Il sistema TwinBag ABS è l'evoluzione dell'airbag "mono". Rispetto a quest'ultimo, i due airbag laterali (con 85 litri di volume ciascuno) offrono tre vantaggi determinanti:

  1. Gli airbag disposti lateralmente mantengono il tuo corpo in una posizione più orizzontale possibile e ti permettono di "galleggiare" sulla superficie della valanga. Quanto più riesci a evitare il pericoloso effetto "ancora" causato dalla posizione verticale del corpo, tanto più riduci il rischio di rimanere cementato nel cono di deposito della valanga tra le masse di neve che si accumulano una sull'altra. In caso contrario, il tuo corpo rimane bloccato e alla fine le masse di neve che continuano ad accumularsi ne causano il seppellimento.
  2. Quando vieni investito da una valanga, qualsiasi airbag che indossi rischia di danneggiarsi. Se un airbag "mono" si strappa, il sistema si danneggia irreparabilmente. Grazie ai suoi due airbag indipendenti, ciascuno con un volume di 85 litri, il sistema TwinBag ABS garantisce un vantaggio determinante per la sopravvivenza rispetto all'airbag "mono".
  3. Essere travolti da una valanga significa sempre cadere insieme alle masse di neve. Meno turbolenze agiscono sul tuo corpo durante il trascinamento, meno ferite subirai. Nella maggior parte dei casi, l'effetto stabilizzante dei due airbag laterali ti consente di evitare forti turbolenze. La casistica parla chiaro: su circa 300 casi registrati, grazie al sistema TwinBag ABS le vittime non hanno subito gravi lesioni da caduta, né al capo, né alla nuca e né alla schiena.

Anche se i costi per la produzione dei TwinBag (airbag doppio con doppio sistema di gonfiaggio) sono più alti di quelli per produrre gli airbag "mono", rispetto a questi ultimi offrono però anche una doppia sicurezza funzionale e un'efficacia di gran lunga maggiore, confermata da numerosi test pratici. Un'efficacia che può risultare decisiva per sopravvivere alla valanga.

Gli airbag da valanga possono evitare lesioni da caduta?

L'obiettivo del Twinbag ABS è di ridurre gli scossoli e di evitare gravi ferite da caduta. Di fatto, sui circa 300 casi reali registrati non sono state riscontrate ferite gravi da cadute alla testa, alla nuca né alla schiena (fonte: SLF, Incidenti da valanga con airbag ABS documentati, agosto 2010).

Quando la neve è polverosa e leggera l'ABS potrebbe anche funzionare, ma quali sono le probabilità quando la neve è pesante?

Piuttosto è vero il contrario. Quanto più la neve è pesante, tanto più è compatta e tanto minore è il suo volume. La tipica neve bagnata primaverile ha un peso specifico di 600 grammi per litro. Un chilogrammo di neve fresca ha un volume di circa 1,7 litri. Un chilogrammo di persona ha un volume di circa 1,03 litri. Ne consegue che 100 kg di neve umida hanno un volume di 170 litri, mentre una persona di 100 kg ha un volume di 103 litri. Se si vuole galleggiare su questa neve, è necessario un volume supplementare superiore a 67 litri. Al confronto, con la neve farinosa occorre un volume supplementare superiore a 147 litri (v. punto 2.)

Cosa succede se vengo investito da una valanga a fondo valle o ai piedi di un pendio?

Se ti trovi già a fondovalle e la valanga ti travolge con lo stesso effetto di una massa di neve che cade da un tetto, le tue probabilità di sopravvivenza sono molto scarse, anche se indossi l'airbag da valanga. In questo caso il tuo corpo viene regolarmente colpito e sepolto dalle masse di neve. Anche se ti trovi ancora a una distanza di 30 o 40 metri dal fondovalle e il distacco avviene 200-300 metri più a monte, senza airbag le tue probabilità di sopravvivenza sono poche, mentre se indossi un airbag aumentano leggermente solo se la valanga riesce a formare il cono di deposito a fondovalle trascinandoti con sé. Scenari simili sono tuttavia eccezionali. Nella maggior parte dei casi, a provocare il distacco del lastrone di neve è la vittima stessa, che viene investita dalle masse di neve quando si trova nel fronte della valanga.

Cosa succede in caso di valanga successiva?

Una valanga successiva vera e propria è sempre un fenomeno eccezionale. Quello che si verifica dopo il distacco di una valanga che colpisce sciatori o snowboarder è solo un continuo scivolare delle masse di neve lungo la traiettoria della valanga. La vittima che indossa l'airbag e viene travolta, raggiunge il fondovalle quasi sempre rimanendo nella parte anteriore della valanga. Da un lato perché di solito è lei stessa a provocare il distacco e, dall'altro, perché la velocità di scorrimento negli strati superiori della valanga è più alta di quella al suolo. Quando la valanga termina la sua corsa, si ferma anche la vittima che, grazie all'airbag, rimane a galla sui primi depositi di neve. Se però la stessa indossa un airbag "mono" sistemato intorno al capo, rimane bloccata nella neve in una posizione più o meno verticale. In questo caso le masse di neve che continuano a scivolare a valle rappresentano un serio pericolo. Le successive ondate di neve non sono più in grado di spingere la vittima verso la superficie e, a seconda della loro quantità, possono provocarne il seppellimento totale. Chi indossa i TwinBag ABS rimane invece in posizione orizzontale sulla superficie della neve. Le masse di neve continuano a scendere a valle e ogni volta che si depositano spingono sempre più in alto la vittima, che nella maggior parte dei casi può liberarsi molto rapidamente e in modo autonomo.

Devo essere io stesso a sganciare l'airbag da valanga. Sarò in grado di farlo in una situazione di pericolo?

Sì, di norma sarai in grado di sganciare l'airbag. L'importante è farlo subito e senza esitazioni. Se sei già caduto, e spesso quando cadi il tuo corpo segue subito la dinamica della caduta, raggiungere la maniglia di sgancio può diventare difficile o impossibile. Fai in modo che la maniglia di sgancio sia sempre ben raggiungibile. Un ulteriore problema, purtroppo molto frequente, si verifica nei casi in cui lo sciatore non si accorge neanche di aver provocato il distacco di un lastrone di neve, oppure cade pensando di aver commesso un errore di conduzione dello sci e intenzionalmente non sgancia l'airbag. Anche il famigerato attimo di spavento, che ti impedisce di reagire immediatamente, può diventare un problema. Le reazioni e i movimenti necessari per lo sgancio devono essere costantemente allenati..

Per i mancini la maniglia di sgancio può essere applicata anche a destra?

Sì, è molto importante! Se sei mancino, raggiungere una maniglia di sgancio applicata a sinistra è molto difficile e la tua prontezza di riflessi non serve a niente. Su tutte le base unit ABS (Vario e Powder), il dispositivo di sgancio può essere montato indifferentemente a destra o a sinistra: basta solo sostituire la sede della maniglia..

Non c'è il rischio che la maniglia di sgancio si congeli, impedendo il suo collegamento o lo sgancio del sistema

No - a meno che tu non provochi intenzionalmente un congelamento. Accertati sempre che le chiusure a strappo dell'adattatore collegato al tubo proteggano bene, indipendentemente dal fatto che la maniglia di sgancio sia collegata o meno. Ti consigliamo inoltre di trattare la maniglia di sgancio con molta cura, evitando che la sua punta o la boccola d'inserimento si sporchino. Se la maniglia si sporca, non tentare di pulirla da solo, ma sostituiscila. Potresti infatti provocare lo sgancio involontario del sistema con possibili lesioni. In caso di sostituzione verrà calcolato solo il prezzo della ricarica. Tieni inoltre presente che la maniglia di sgancio non può assolutamente essere collegata al sistema se non è avvitata una cartuccia carica. Se sganci involontariamente il sistema senza cartuccia, l'unità di foratura può rompersi e danneggiare irreparabilmente l'intero sistema. Se ti capita, è assolutamente necessario spedire lo zaino ABS per un controllo.

La cintura inguinale é proprio necessario?

È prescritto dal TÜV e dalle istruzioni per l'uso. Se non chiudi bene la cintura a vita dello zaino e vieni travolto da una valanga, lo zaino può sfilarsi dal capo. La cintura inguinale supplementare è in grado di evitare questa evenienza. La cintura a vita veramente ben allacciata e la cintura pettorale chiusa sono indispensabili.

ABS in aereo - eliski

Dal 01/01/2003 gli zaini ABS possono essere imbarcati al check-in come bagaglio da stiva. Il loro trasporto è regolato nel decreto IATA - DGR. Tab. 2.3.A. All'atto della prenotazione o al più tardi al momento del check-in devi tuttavia segnalare separatamente la presenza dello zaino ABS, in modo da evitare problemi durante il passaggio del bagaglio nello scanner. L'estratto dalle norme IATA e una guida con consigli utili su come segnalare la presenza dello zaino ABS e su come procedere durante il check-in possono essere reperiti e scaricati facendo clic sul seguente link. Il sistema TwinBag ABS deve avere la cartuccia avvitata, mentre la maniglia di sgancio deve assolutamente essere staccata e conservata nella tasca della cintura. In ciascuno zaino ABS può essere presente un'unità di sgancio di riserva.

Anche se presso le aziende di eliski europee, asiatiche e americane, il trasporto e l'uso di airbag da valanga viene ancora regolamentato in modo differente da un paese all'altro, sono sempre di più quelle che riconoscono l'importanza di questo efficiente equipaggiamento antivalanga e ne autorizzano l'uso. Tutte le associazioni di categoria nazionali consigliano l'uso degli airbag da valanga durante la pratica dell'eliski. Seguendo questo link troverai un elenco di aziende di eliski che collaborano con ABS.

Speciale per il Nord America: se si viaggia verso o attraverso gli Stati Uniti, l'introduzione di cartuccia e maniglia potrebbe causare qualche problema. Si consiglia pertanto di viaggiare con lo zaino ABS senza unità di sgancio e di affittare cartuccia e maniglia da un rivenditore locale.

Cosa significano i termini base unit ABS, base unit Powder ABS e sistema Vario ABS?

Le cosiddette base unit e base unit Powder ABS sono le unità di base che integrano al loro interno il sistema ABS completo e i due TwinBag (airbag doppio). Si tratta per così dire del "motore" del sistema, che è già sufficiente per sciare in sicurezza nelle zone a rischio. La "carrozzeria", cioè tutti gli zaini zipOn, possono essere invece selezionati in aggiunta e poi agganciati alla base unit tramite la zip. Il volume di carico varia da 5 a 40 litri, con modelli di colori diversi e in parte differentemente equipaggiati, come il sistema Vario ABS. I vantaggi della base unit e del sistema Vario, dimostrati in migliaia di test pratici, convincono per la loro validità:

    1. Puoi scegliere il volume di carico in base all'attività che pratichi.

  1. Gli zaini ZipOn sono soggetti a un consumo naturale, a causa del trasporto degli sci, ecc. In questi casi è molto più conveniente sostituire solo lo zaino zipOn invece di tutto il sistema.

Gli attuali zaini zipon sono compatibili anche con le base unit ABS meno recenti?

Sì, questa compatibilità è sempre garantita. Le zip vengono sempre realizzate secondo le stesse specifiche e uno zipOn attualmente disponibile sul mercato può p.es. essere agganciato senza problemi a una base unit acquistata 5 anni fa.

Come faccio a sapere se la cartuccia o la maniglia di sgancio sono cariche?

Per controllare se la cartuccia è piena, svita il cappuccio protettivo e controlla la piastrina di chiusura. Se la cartuccia è stata forata, lo puoi vedere chiaramente. Sostanzialmente non è possibile escludere del tutto la possibilità di una perdita. La cartuccia si trova sempre sotto alta pressione. Una microincrinatura, un difetto della piastrina di chiusura, del filetto, ecc. possono causare una perdita di pressione. In questi casi il sistema non funziona più. Non dimenticarti quindi di controllare sistematicamente la cartuccia prima di usare l'airbag da valanga. Il controllo può essere effettuato esclusivamente pesando la cartuccia. Su ogni cartuccia è stampato il suo peso totale senza cappuccio. Pesando la cartuccia puoi effettuare questo controllo con molta facilità. Se la differenza di peso supera i 5 grammi, la cartuccia non può più essere utilizzata. In questo caso riceverai una cartuccia di ricambio gratuita dal produttore. Per quanto riguarda la maniglia di sgancio, la punta che viene collegata al tubo deve essere fissa. Controlla tirando leggermente la punta con le dita. In particolare, sulla punta della maniglia non deve essere presente un anello rosso, che diventa visibile ogni volta che si sgancia la maniglia. Ma attenzione! Non tentare di estrarre violentemente la punta con la pinza o addirittura con i denti, perché ti potresti ferire seriamente.

La cartuccia può rimanere sempre avvitata?

Sostanzialmente sì. Dovresti però pesare periodicamente la cartuccia per controllare che sia completamente carica. Il momento migliore per fare questa operazione è prima di ogni utilizzo. Ricorda che puoi svitare e riavvitare la cartuccia ogni volta che lo desideri, senza causare l'attivazione di qualche meccanismo di precarico (come succede invece con le soluzioni con tiranti Bowden).

È consigliabile portare con sé una cartuccia e una maniglia di sgancio di riserva?

Assolutamente sì. In caso di pericolo, non aspettare che la valanga ti travolga per sganciare il sistema, ma tira la maniglia di sgancio appena hai il sospetto di aver provocato il distacco di un lastrone. Se il tuo sospetto era infondato, tanto meglio. La tua reazione è stata ottimale e in questo caso hai sprecato solo una ricarica. Per poter ripristinare l'operatività del sistema, ti serve una seconda cartuccia con maniglia di sgancio. Cartuccia e maniglia di sgancio formano un'unica unità: se la maniglia di sgancio non è carica, è impossibile forare la cartuccia, mentre con una maniglia di sgancio carica e una cartuccia vuota non è possibile gonfiare gli airbag.

Il sistema ABS ha bisogno di manutenzione? Se sì, con quali intervalli?

sistema ABS è un mezzo di soccorso che, in caso di emergenza, può decidere la tua vita o la tua morte. Il produttore consiglia di spedire il sistema ogni tre anni al centro di assistenza nazionale per una revisione totale, nonché di effettuare uno sgancio di prova con cartuccia carica a inizio stagione. Durante questa prova devi controllare il processo di sgancio, la tenuta degli airbag e le condizioni generali del sistema e dello zaino. La revisione da parte del centro di assistenza nazionale comprende una prova di funzionamento, la sostituzione delle guarnizioni e il controllo delle condizioni generali. Diversi negozi di articoli sportivi, soprattutto prima dell'inizio della stagione, offrono settimane promozionali in cui è possibile effettuare sganci di prova. Abbonandoti alla nostra newsletter, sarai sempre informato sui commercianti che aderiscono all'iniziativa. Abbonati anche tu alla nostra newsletter.

Come posso evitare uno sgancio involontario del sistema

Puoi evitare uno sgancio involontario collegando la maniglia di sgancio al sistema solo quando ti trovi nell'area pericolosa. Ti consigliamo di rimuovere sempre la maniglia di sgancio e riporla nella tasca della cintura a vita ogni volta che non stai svolgendo attività fuoripista. Inoltre, puoi proteggere la maniglia collegata utilizzando il nastro rosso con chiusura a strappo.

La cartuccia e la maniglia di sgancio possono essere ricaricate. Posso ricaricare la cartuccia anche da chi ricarica bombole di gas da campeggio?

Le cartucce e le maniglie di sgancio possono essere ricaricate solo dal produttore. Le cartucce e le maniglie di ricambio sono disponibili solo nei negozi che offrono anche il sistema ABS. Questa è una regola che vale anche all'estero.

Quali sono i vantaggi della cartuccia di carbonio?

Con la cartuccia di carbonio, ABS ha lanciato sul mercato un'innovazione hightech che ha aumentato nettamente il livello qualitativo degli airbag da valanga. Questo materiale non solo permette un risparmio di circa ¼ di chilogrammo sul peso, ma fornisce contemporaneamente indici di scoppio molto più alti. Un processo di produzione molto complesso e il costo elevato delle materie prime si traducono necessariamente in un prezzo di vendita più alto. Ma una volta scoperta la differenza di peso, non porterai mai più con te una pesante cartuccia d'acciaio. Maggiori informazioni

L'unità di sgancio ha una data di scadenza?

Sì, sia la cartuccia che la maniglia di sgancio hanno una data di scadenza. Quella delle cartucce è rappresentata dal numero delle ricariche. La cartuccia può essere ricaricata al massimo 20 volte. Questa cifra viene aggiornata automaticamente ogni volta che viene ricaricata la cartuccia. Quando fai ricaricare una cartuccia che ha raggiunto il numero massimo di ricariche possibili, la cartuccia verrà trattenuta e sostituita automaticamente e gratuitamente con una cartuccia non ancora scaduta. La maniglia di sgancio dovrebbe essere sganciata una volta ogni tre anni, altrimenti va sostituita. La data di scadenza è indicata su una targhetta rossa a lato della maniglia. La maniglia scade non prima di maggio dell’anno indicato.

Le cartucce ABS d'acciaio e di carbonio possono essere utilizzate anche con altri sistemi di airbag da valanga?

No. L'attacco di tutte le cartucce ABS è configurato esclusivamente per il sistema di gonfiaggio ABS. Le cartucce ABS possono essere aperte senza problemi solo nei sistemi di gonfiaggio ABS. Il TÜV come ente di omologazione indica esplicitamente che le cartucce ABS possono essere utilizzate esclusivamente per sistemi di gonfiaggio ABS.

È più importante lo zaino ABS o il localizzatore ARVA?

Non facciamo di tutta l'erba un fascio. Il compito del sistema ABS è quello di evitare il tuo seppellimento. Quello del localizzatore ARVA è permettere la rapida localizzazione delle persone rimaste sepolte. Con lo zaino ABS non è possibile localizzare i sepolti e con il localizzatore ARVA non è possibile evitare un seppellimento. Escludendo le conseguenze letali della caduta, il seppellimento è la causa di tutti gli incidenti mortali da valanga. Dal momento che neanche se indossi l'airbag da valanga ABS puoi evitare di rimanere sepolto nel 100% dei casi, ti consigliamo di portare sempre con te anche il localizzatore ARVA. L'airbag da valanga ABS e il localizzatore ARVA, insieme alla pala e alla sonda, rappresentano dunque l'equipaggiamento antivalanga ottimale.

L'equipaggiamento "standard" è costituito da localizzatore ARVA, pala e sonda. Non è già sufficiente?

Come dice il nome stesso, l'equipaggiamento standard è il minimo che un escursionista deve avere con sé. Con un localizzatore ARVA funzionante è sempre possibile localizzare una vittima rimasta sepolta, anche se in molti casi già deceduta. Le opzioni per estrarre una vittima ancora in vita vengono determinate da fattori che non possono essere influenzati con localizzatore ARVA, pala e sonda:

  1. Profondità di seppellimento
  2. Vie respiratorie libere
  3. Sacca d'aria

Se rimani sepolto a una profondità di soli 50 cm, se le tue vie respiratorie non sono ostruite, se hai a disposizione una sacca d'aria e se i compagni che ti devono localizzare sono esperti, le possibilità che ti estraggano vivo sono alte. La profondità media di seppellimento è però di circa un metro e il 75% di tutte le vittime sepolte ha le vie respiratorie ostruite. Riuscire a localizzare un sepolto in 15 – 20 minuti e scavare abbastanza per liberare le sue vie respiratorie e per farlo di nuovo respirare normalmente è una questione molto incerta. Le probabilità di sopravvivenza di gran lunga maggiori le avrai solo se riesci a evitare di restare sepolto. Ecco perché ti consigliamo di non affidare la tua vita solo all'equipaggiamento standard, ma di indossare anche un airbag da valanga ABS per rendere eventualmente superfluo l'uso degli attrezzi tradizionali nel caso concreto.

I localizzatori ARVA dell'ultima generazione promettono una maggiore facilità d'uso e quindi una localizzazione più veloce. Alla luce di queste innovazioni, il seppellimento rimane lo stesso un rischio?

Se vengono impiegati localizzatori ARVA dell'ultima generazione e se vengono usati da mani sicure ed esperte, i produttori assicurano che la fase di localizzazione richiede ormai solo una piccola parte del tempo totale necessario per il completo disseppellimento e l'eventuale rianimazione del sepolto. La maggior parte del tempo è richiesta dal sondaggio, dallo scavo, dalla liberazione delle vie respiratorie e dall'eventuale rianimazione del sepolto. Se calcoli una profondità media di seppellimento di un metro, per liberare il sepolto occorre spostare circa due metri cubi di neve, spesso molto compatta e dura.
Un'operazione che neanche un soccorritore esperto riesce a completare in meno di 10 – 15 minuti. Se aggiungi anche i 2 – 3 minuti necessari per la localizzazione, anche quando tutto fila liscio arrivi sempre al limite massimo della durata del seppellimento di 15 minuti, universalmente riconosciuto come soglia di sopravvivenza senza sacca d'aria. Un po' come giocare alla roulette russa. Accettare la possibilità di rimanere sepolti sotto a una valanga significa quindi sempre mettere a rischio la propria vita.

I riflettori del sistema Recco sono un equipaggiamento di emergenza sufficiente?

Recco è un sistema di localizzazione dei sepolti in valanga che funziona per mezzo di riflettori passivi (reflector) e strumenti di localizzazione attivi (detector). I riflettori, che non hanno bisogno di nessuna fonte di energia, possono essere comodamente integrati nell'abbigliamento o equipaggiamento di chi pratica sport invernali. Contrariamente ai localizzatori ARVA, solo i servizi di soccorso alpino equipaggiati con il detector Recco sono in grado di localizzare in modo mirato una vittima sepolta, di norma sorvolando la zona dell'incidente con l'elicottero. Il detector trasmette segnali radio che vengono riverberati dai riflettori integrati nell'abbigliamento. Sebbene i tempi d'intervento delle squadre di soccorso diventino sempre più brevi, il sistema di localizzazione deve prima essere trasportato nel luogo del distacco, cosa che richiede di solito molto tempo. I riflettori Recco possono quindi essere classificati solo come un sistema di sicurezza supplementare.

Raccomandazioni

  • È assodato che ogni valanga significa sempre rischiare la vita e che nessun equipaggiamento di emergenza può evitarlo.
  • È assodato che il seppellimento è la principale causa di morte delle vittime da valanga.
  • È assodato che chi rimane sepolto ha generalmente una probabilità di sopravvivere solo se viene liberato, e all'occorrenza rianimato, entro breve tempo (15 – 20 minuti).

Ricapitolando

    1. Ogni sciatore o snowboarder che pratica il fuoripista deve considerare la possibilità di restare sepolto sotto a una valanga.

    1. Riuscire a evitare il proprio seppellimento significa quasi sempre sopravvivere a una valanga!

    1. Per evitare il seppellimento in tutte le fasi di una valanga, soprattutto nella pericolosa zona di deposito delle masse di neve, sono necessari accorgimenti che mantengano la vittima in una posizione il più possibile orizzontale. Gli airbag "mono", che generano un volume supplementare solo intorno al capo, costringono il tuo corpo ad assumere una posizione verticale, con il rischio molto concreto di venire sepolto dalle successive masse di neve.

  1. Anche una valanga inizialmente piccola può facilmente trasformarsi in una valanga di grandi dimensioni con una tumultuosa dinamica di caduta. Il pericolo che un airbag si danneggi durante il trascinamento di chi lo indossa lungo una traiettoria fatta di rocce, cespugli, alberi e altri ostacoli è assolutamente realistico. In questo caso, solo il doppio airbag o accorgimenti simili sono in grado di offrire una sicurezza sufficiente.
ALTRE DOMANDE??

Inviaci una mail a service@abs-airbag.com